DMIStoria

Attività svolta dal
Dizionario della Musica in Italia

Nata nel 2009 con sede in Latina l’Associazione DMI – Dizionario della Musica in Italia ha intrapreso la realizzazione delle finalità statutarie:

  1. la preparazione del DMI – Dizionario della Musica in Italia, primo dizionario dei musicisti italiani di tipo non ‘universale’ ma nazionale. È stato già acquisito e reso operativo il dominio online www.dmi.it.

  2. Sono stati acquisiti e sono in corso di acquisizione i diritti online dei dizionari locali e territoriali pubblicati in Italia e/o che riguardano i musicisti italiani;

  3. il coinvolgimento di tutti gli specialisti e i tecnici necessari per la realizzazione a livello professionale delle voci biografiche.

  4. il collegamento e la collaborazione, con ogni moderno strumento oggi a disposizione, tra tutti gli studiosi italiani o stranieri che si occupano di studi italiani in Italia e all’estero e l’elaborazione di un progetto di cooperazione europeo;

  5. l’allestimento di una sede a Latina con il centro dati, gli uffici, il centro studi; l’allestimento di una biblioteca pubblica comprendente gli archivi dei musicisti italiani e relativa sala consultazione ospitata nella “Casa della Musica” del Comune di Latina;

  6. la pubblicazione di ricerche, saggi, documentazioni, atti e ogni tipo di studi;

  7. lo stretto rapporto con Enti, Associazioni, festival, rassegne, teatri, orchestre, istituti culturali, ambasciate e ogni altra struttura pubblica e privata utile alle ricerche del DMI in Italia e all’estero;

  8. la collaborazione sinergica con Università, Conservatori di musica, Istituti musicali, Facoltà di Musicologia, Fondazioni, centri di ricerca in Italia e all’estero pubblici e private, associazioni, siti web, per gli approfondimenti di tematiche musicali e di scambi di studio.

Nel 2009 l’Associazione DMI ha realizzato il I Convegno nazionale sul DMI riservato ai dizionaristi italiani ospitato dal Comune di Bassiano che ha permesso il confronto di esperienze e di idee alla luce delle moderne tecniche di ricerca e delle esigenze dei ricercatori e dei futuri utenti.

Al Convegno, patrocinato da Regione Lazio, ASTRAL, Provincia di Latina, Comune di Bassiano, XIII Comunità Montana, Compagnia dei Lepini hanno aderito Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Fondazione Accademia Nazionale di Santa Cecilia, SIdM Società Italiana di Musicologia, IBIMUS Istituto di Bibliografia Musicale, IBIMUS calabrese, Istituto Italiano per la Storia della Musica, CIRPeM Centro internazionale di ricerca sui periodici musicali, CIDIM – Comitato Nazionale Italiano Musica (IMC-ONG internazionale in relazione formale con l’UNESCO) con il settore AMIC – Archivi della Musica Italiana Contemporanea, ISMEZ Istituto Nazionale per lo Sviluppo Musicale nel Mezzogiorno, Istituto di Studi musicali “Goffredo Petrassi”.

Nel 2010 ha realizzato a Roma il II Convegno nazionale sul DMI ospitato dall’Associazione Civita in Piazza Venezia e presentato dal Sottosegretario Gianni Letta al quale hanno partecipato molte delle Istituzioni aderenti al progetto DMI: Accademia Nazionale di “Santa Cecilia” e Bibliomediateca, Associazione Civita, Associazione Recercare, Campus Internazionale di Musica e Istituto di Studi “Goffredo Petrassi”, Centro per il libro e la lettura, CIDIM – Comitato Nazionale Italiano Musica (IMC-ONG internazionale in relazione formale con l’UNESCO) con il settore AMIC – Archivi della Musica Italiana Contemporanea, Roma, CIRPeM – Centro internazionale di ricerca sui periodici musicali, Comitato Italia 150°, Comitato “Pietro Franceschini” Fonfo storico bande musicali, Fondazione “Giorgio Cini” di Venezia con tutti i suoi Istituti (Istituto per la Musica, Istituto Italiano Antonio Vivaldi, Istituto Interculturale di Studi Musicali Comparati, Centro Studi per la Ricerca Documentale sul Teatro e il Melodramma Europeo, Centro di Ricerca sulle Fonti Documentali della Vita Musicale Europea, Centro Internazionale di Studi della Civiltà Italiana “Vittore Branca”, Fondazione Scuola di San Giorgio), Istituto Centrale per i Beni Sonori ed Audiovisivi, Istituto Italiano per la Storia della Musica, Istituto Nazionale Tostiano, IASM – Istituto Abruzzese di Storia Musicale, IBIMUS – Istituto di Bibliografia Musicale, IBIMUS Calabrese – Istituto di Bibliografia Musicale Calabrese, ICCU – Istituto centrale per il catalogo unico, IIT – Istituto di Informatica e Telematica, IRTEM – Istituto di Ricerca per il Teatro Musicale, ISMEZ – Istituto Nazionale per lo Sviluppo Musicale nel Mezzogiorno, ISTI – Istituto di Scienza e Tecnologie dell’informazione “A. Faedo”, ITMI – Indici della Trattatistica Musicale Italiana, SIdM – Società Italiana di Musicologia.

Importanti sono stati gli esiti riscossi dal DMI per ottenere il copyright delle banche dati e dei dizionari esistenti in lingua italiana dagli aventi diritto. Numerosi sono i cataloghi e i dizionari locali e/o territoriali a disposizione ora del DMI quali il Dizionario del Ducato di Parma e Piacenza di Gaspare Nello Vetro e, per quanto riguarda le enciclopedie, va almeno ricordata la concessione della Enciclopedia dello Spettacolo al DMI da parte della Fondazione “Giorgio Cini” di Venezia.

L’Associazione DMI ha intrapreso un’intensa opera di sensibilizzazione alla donazione da parte di fondi e archivi pubblici e privati in Italia per creare una ricca dotazione alla Biblioteca pubblica del DMI. In tal senso ha raggiunto risultati insperati ricevendo a oggi quasi centocinquanta importanti fondi privati e salvando in tal modo quello di Franco Ferrara, Severino Gazzelloni, Renato Fasano, Vinicio Gai, Gaspare Vetro, Laura Padellaro e di molti altri importanti musicisti e musicologi italiani tra cui spicca l’intero fondo di pubblicazioni della Fondazione “Valentino Bucchi” di Roma costituito da oltre 10.000 volumi. Molti archivi, anche di importanti collezionisti, sono in attesa di essere trasferiti a Latina.

Il DMI ha collaborato e/o patrocinato importanti volumi musicologici quali:

  1. le copertine futuriste degli spartiti musicali (con Regione Lazio);

  2. la storia dell’orchestra da camera I Virtuosi di Roma (con MiBACT);

  3. la prima biografia del compositore Ferdinando Giorgetti (con MiBACT e SEdM);

  4. la prima biografia del compositore Teodulo Mabellini (con MiBACT e SEdM);

  5. le musiche per la battaglia del grano e per le città di fondazione (con Regione Lazio);

  6. il cinquatennio della Fondazione Stauffer di Cremona;

  7. gli Atti del Convegno Memorie storiche d’Italia nei canti del Ventennio e della Resistenza, Arezzo, 20 maggio 2017 (con Munacs).

  8. Il DMI ha fornito l’apparato iconografico completo del documentario televisivo di Classica sul direttore d’orchestra Franco Ferrara.


Il DMI è stato tra i promotori della mostra itinerante sugli spartiti delle musiche della Prima Guerra Mondiale (spartiti, fotografie e strumenti in prestito) svoltasi ad Arezzo nel 2014.

Il DMI ha realizzato le mostre itineranti dedicate a:

  1. le musiche per la battaglia del grano e per le città di fondazione;

  2. il Futurismo nelle città di fondazione;

  3. l’orchestra da camera I Virtuosi di Roma di Renato Fasano.

Il DMI organizza dal 2015 nel Conservatorio “Ottorino Respighi” di Latina il Concorso internazionale di musica da camera “Massimiliano Antonelli” di Latina con il patrocinio della Regione Lazio e del Comune di Latina.

Il DMI organizza a Latina dal 2016 il seminario nazionale di Vox Imago tenuto da Carlo Delfrati in collaborazione con il Teatro alla Scala e la Fondazione Banca Intesa, dal 2019 nell’Auditorium “Caetani” del Conservatorio “Ottorino Respighi” di Latina.